martedì 5 maggio 2015

L'orto scrigno dei tesori

Alla base di una buona cucina ci sono sempre delle buone e genuine materie prime.
Ogni mese dell'anno è caratterizzato da verdure e frutti legati al calendario agricolo. E' scontato ricordare che per poter preparare dei piatti particolarmente prelibati, gli ingredienti devono essere assolutamente freschi e di stagione. Se il prodotto poi è biologico, biodinamico e a km 0, aiuterai non solo la tua salute ma anche il territorio che ti circonda.















Oggi siamo andate a cercare le verdure all'orto  di Lucia, un luogo per me veramete magico.
Correre attraverso i campi coltivati con in mano i cestini, attraversare la piccola serra, sciegliere e raccogliere le verdure disponibili in quel momento, assaporare profumi e colori, sono esperienze che aiutano sia noi che i nostri figli a crescere, che ci trasformano e ci riempiono di significato.


".. l’orto serve per mangiare e per vivere, per far crescere il cibo, tipo come mia mamma che mangia solo le cose dell'orto".

"Non sempre bisogna andare a comprare, le cose che servono si possono anche fare..."
L'ORTO DI LUCIA
Via Papa Giovanni XXIII, n.9
Caselline di Albinea, RE
Lucia 348 4203491
Luca 346 4972798
 

mercoledì 29 aprile 2015

Barba del Negus
























Ingredienti
3 mazzetti di agretti
aglio
olio extra vergine d'oliva
aceto di mele
sale marino integrale

Procedimento
In abbondante acqua salata fai bollire gli agretti per qualche minuto, dopo averli privati delle radici.
Scola e condisci con qualche fetta sottile di aglio crudo, olio extra vergine di oliva e aceto di mele.

Note
Nonostante siano verdi e anche un pò viscidi, le mie figlie li adorano.
Per loro sono come i capelli di una strega che se li mangi ti danno un potere. Mah... provali.



lunedì 13 aprile 2015

Il primo fritto di Alfredo

























Ingredienti
125 gr di cavolfiore
125 gr di broccoli e cime di rapa
50 gr patate
tre uova
25 gr di parmigiano reggiano
25 gr di pangrattato
prezzemolo
farina
sale marino integrale
olio extra vergine di oliva per friggere
 
 
Procedimento
Lessa le verdure in abbondante acqua salata, poi passale con uno schiacciapatate. Per quanto riguarda le cime di rapa invece, dovrai tritarle con un coltello. Aggiungi un uovo intero, il parmigiano reggiano ed il prezzemolo. Infine aggiusta di sale.
Per la frittura: scalda l'olio alla giusta temperatura, fai dei cilindretti con l'impasto e passali nella farina, nell'uovo sbattuto e successivamente nel pangrattato.
Lasciali dorare nell'olio bollente e poi scolali su un foglio di carta assorbente per frittura. Salali leggermente ancora caldi.
 
 
Note
Il punto di fumo. Durante la frittura, devi tener conto di un valore, che è il cosiddetto punto di fumo. Quando noi mettiamo un grasso dentro un tegame a freddo e accendiamo il fuoco, a un certo punto vediamo che questo grasso si scioglie, se è solido, o incomincia a crepitare se è liquido, dopo di che si arriva al punto di fumo e spunta una nuvoletta. Questa nuvoletta bianca si chiama acroleina, una sostanza che è tossica per il fegato, ma non solo. Dobbiamo quindi controllare il punto di fumo che è bassissimo nei grassi di origine animale ed è invece alto nell'olio extravergine.
Il punto di fumo dell’olio di semi inoltre arriva prima di quello dell’olio extra vergine per cui si sprigiona più velocemente l’acroleina. E' quindi del tutto illogico friggere con l'olio di semi invece che con l'olio extravergine.

domenica 5 aprile 2015

Tortelli di ricotta e noci























Ingredienti
per la sfoglia (per 4 persone): 
300 gr di farina calibrata
3 uova
per il ripieno:
200gr ricotta fresca 
due manciate abbondanti di noci sgusciate e tritate
uno spicchio di aglio
pangrattato
prezzemolo
sale marino

Procedimento 
Metti la ricotta in una ciotola e aggiungi  lo spicchio d'aglio pestato, le noci tritate, il pangrattato e aggiusta di sale. Amalgama bene il composto.

Metti la farina a fontana, aggiungi le uova ed impasta fino ad ottenere una pasta omogenea ce farai riposare per 20 minuti coprendo con un telo.
Tira la pasta in una sfoglia sottile un millimetro con il mattarello o con l’aiuto dell’apposita macchina.
Stendi la pasta sul piano di lavoro e dividila in quadrati di 6-8 cm di lato.

Adagia sopra ai quadrati una noce di ripieno a base di ricotta e noci: richiudili a rettangolo facendo aderire i bordi aiutandoti con i lembi di una forchetta.

Cuoci la pasta in abbondante acqua bollente e salata e, dopo 5 minuti, scolala.
I tortelli di ricotta e noci si possono servire conditi con burro fuso e abbondante parmigiano reggiano grattugiato.

NOTE
I tortelli sono una di quelle ricette 'jolly' che puoi farcire con qualsiasi ripieno a base di verdura e che i bimbi apprezzeranno sempre. O quasi sempre.

domenica 29 marzo 2015

Idee di ricette per bambini con Lena Tritto













Nella meravigliosa location di Paolo Rota, il Podere Acquechiare, azienda agricola ed ora anche b&b, abbiamo partecipato alla merenda organizzata dall'associazione IoNoiFamiglia.
Abbiamo trascorso un  piacevole pomeriggio ed imparato alcune ricette veramente sane e gustose insegnateci dalla bravissima Lena Tritto, consulente di cucina di casa ed esperta di alimentazione energetica secondo la Medicina Tradizionale Cinese.

A casa ho immediatamente provato l'Erbadela, un tortino alle bietole squisito che le mie bimbe hanno divorato e di cui riporto la ricetta (pubblicata anche nel libro 'Il Tao e l'arte dei fornelli' a cura di Lena Tritto, Valeria Tonino, Karim Wallnoefer, Edizioni Pendragon).

Erbadela

Ingredienti
400 gr di bietole
150 gr di cipollotti
200 gr di ricotta di mucca
60 gr di pecorino grattugiato
3 manciate di farina di mais precotta
sale marino integrale
olio extra vergine di oliva

Procedimento
Tritare finemente le bietole e i cipollotti, salarli e metterli in una ciotola capiente. Unire la ricotta ed il pecorino, mescolando bene.

Cospargere il composto con la farina gialla e unire 1-2 bicchieri d' acqua in modo da ottenere un impasto molto morbido.

Oliare una teglia da forno, versarvi il composto, condire con olio extra vergine di oliva e infornare a 180° per 25-30 minuti.

Servire tiepida o fredda.

Note
Io non avevo in casa la farina di mais, per cui l'ho sostituita con la farina di grano duro (che ho precotto con l'aggiunta di un bicchiere d'acqua) ed il tortino  è venuto comunque buonissimo.

domenica 25 gennaio 2015

Pasta al soffio di drago



Ingredienti
400 gr di verdure verdi lessate (bietole, spinaci, foglie di ravanello)
una manciata di mandorle senza pelle
semi di lino
olio extra vergine di oliva
sale marino integrale


Procedimento
In abbondante acqua salata fai lessare le bietole, gli spinaci e le foglie verdi del ravanello (puoi anche utilizzare altre verdure verdi a tuo piacimento) e passale nel passa verdure (o minipimer).

Aggiungi una manciata di mandorle e semi di lino pestati nel mortaio e un filo di olio extra vergine di oliva, in modo da ottenere un pesto cremoso.

Cuoci gli spaghetti, condiscili con il pesto e aggiungi una spolverata di mandorle tagliate grossolanamente.

 
Note
Per assimilare i semi di lino che sono ricchissimi di omega tre, occorre mangiarli pestati oppure utilizzarli sotto forma di olio di semi di lino.
 

Insalata di ghiaccio e sole


























Ingredienti
1 finocchio
1 arancio
qualche foglia di valeriana
1 cucchiaio di noci
1 cucchiaio di pinoli

 
Procedimento
Lava e taglia il finocchio per il lungo a fette sottili.

Aggiungi una manciata di valeriana, qualche fetta di arancia precedentemente affettata e sbucciata, noci e pinoli.


Note
Non è facile far assaggiare l'insalata ai bambini.. un mio consiglio è quello di iniziare dalla valeriana che ha un gusto abbastanza dolce e mescolarla ad altre verdure colorate.